L’evoluzione del Commercio Elettronico. Da piccoli e improvvisati a Big come Amazon, Ebay, ePrice, AliExpress rendendo sempre più difficile il lavoro ai piccoli negozianti con i loro portali di vendita on-line.

Stiamo vivendo un’epoca paragonabile alla rivoluzione industriale o alla conquista dell’ovest, cambiamenti che saranno storici e di grande importanza. Oggi c’è una grande attenzione da parte di parecchie aziende verso il mondo del Commercio Elettronico, e a occuparne tutti gli spazi fin quando sarà possibile.

AmazonFacebook e Google sono coloro che direttamente o indirettamente condizioneranno il mercato degli acquisti online.
Amazon oltre a vendere prodotti, offre servizi come server cloud, distribuzione film, pagamenti con Amazon Pay, negli Stati Uniti anche food delivery (dai ristoranti).
Google conosce quasi tutti gli abitanti del mondo occidentale con servizi mail, Storage, Cloud server, Maps, geolocalizzazione, vendita servizi multimediali, pubblicità, sistemi di pagamento, e tanto altro.
Facebook come google conosce numeri di telefono, mail, orari di attività, luoghi ricorrenti, interessi, gusti, acquisti, varie ed eventuali, e oggi con il marketplace ci propone articoli a cui potremmo essere interessati ed ha un proprio metodo di pagamento.

Aliexpress sta facendo un sacco di esperimenti un po’ come Amazon, questo perché c’è la volontà di far evolvere il commercio elettronico verso una nuova frontiera. Il colosso Giapponese Rakuten, la cinese GearBest tanto per citartene qualcun altro, tantissime aziende agguerrite e dai capitali enormi che si stanno lentamente avvicinando al mercato europeo con un occhio marginale all’Italia in quanto non siamo ancora un mercato solido e fiorente, ma tutti scommettono su di noi.

Tra non molto assisteremo ad un cambiamento del commercio elettronico.

Sempre più case automobilistiche stanno avviando configuratori sui loro siti da cui poi è possibile ordinare auto ed acquistarle, da un decennio invece c’è un graduale ridimensionamento di concessionari, e la chiusura di molti esercizi con riduzione di investimenti eliminando pian pianino l’intermediazione fisica.

Il futuro dell’E-commerce a breve sarà roseo per molti, c’è sempre più attenzione verso l’acquisto online di merce, il 2017 è risultato l’anno in cui i beni hanno superato i servizi nelle vendite online.

Commercio elettronico, Marketplace, E-commerce, Addisigna

Probabilmene negli anni a venire avremo un aumento della Grande Distribuzione Organizzata Online ed Amazon sarà una di queste.

Ci sarà un aumento del potere di pochi che offriranno servizi distributivi sempre più all inclusive, perché con i dati e la possibilità di conoscere i nostri gusti, gli interessi e gli spostamenti potranno indirizzarci a loro piacimento, classica offerta giusta nel momento giusto.

Ci sarà sicuramente un aumento dei MarketPlace specialistici, per verticalità dei prodotti offerti. Già oggi siti come etsy, farfetch, manomano, marketplace verticali, ottengono ottimi risultati.

Nel resto del mondo stanno nascendo sempre più siti mono prodotto o tematici, che non temono la concorrenza della GDOO, in  quanto con prodotti non paragonabili a quelli da loro venduti. Come ad esempio il progetto lostmy.name, boldking.com. cortilia.it etc. di esempi ce ne sono tantissimi

Il mercato vedrà grandi colossi accaparrarsi canali distributivi, di qualsiasi genere, per monopolizzare il mercato ed avere il maggior numero di dati tra le mani. Vedremo la nascita di molti market place sempre più verticali, per offrire soluzioni che non può offrire Amazon ad esempio. Potranno sopravvivere solo gli e-Commerce che offriranno prodotti o servizi che non andranno in concorrenza con i grandi e-Commerce.

Facebook Messenger