Il dropshipping è un metodo di vendita al dettaglio in cui un negozio non possiede i prodotti che vende in magazzino. Invece, quando il negozio vende un prodotto, lo acquista in tempo reale da un fornitore che lo spedisce direttamente al cliente finale con pacco anonimo o addirittura brandizzato con il marchio del negozio.

Di conseguenza, il commerciante ha a disposizione un magazzino virtuale enorme e a costo zero.

Pro e contro del dropshipping in Italia

Ovviamente, come tutte le altre forme di business, presenta vantaggi e svantaggi da non sottovalutare. Tra i benefici più significativi abbiamo: Bassissimo Investimento Iniziale, questo è il beneficio più grande del dropshipping da tenere in considerazione se non abbiamo grandi possibilità economiche. Maggiore Flessibilità, è possibile anche evitare la sede fisica dell’attività. È inoltre possibile gestire il business in maniera completamente remota e delocalizzata. Semplificazione delle attività, niente gestione dello stock, imballaggi, spedizioni e questo vi offre più tempo da dedicare ad attività di marketing e customer care. Offerta più ampia, flessibile e scalabile, vi basterà inserire un nuovo fornitore in dropshipping per aggiungere una nuova categoria merceologica al vostro portale. Allo stesso modo, se le vendite esplodono non dovrete affrontare investimenti imprevisti o moli di lavoro insostenibili, sarà tutto automatizzato.

Di contro, esistono anche degli svantaggi tra cui: Margini di guadagno sul prodotto più ridotti, Meno controllo sull’inventario e Responsabilità sugli errori. Con il dropshipping dovrete condividere e regolamentare questo aspetto con i fornitori, dato che saranno loro a gestire le attività di imballaggio, spedizione e reso.

 

Il dropshipping sembra comunque una grande opportunità di business specialmente per chi non ha grandi capitali da investire su un magazzino, ma ha capacità di marketing e gestione da investire nel successo della propria attività e-commerce.

dropshipping italia